La nostra storia

La storia del sindacato della scuola slovena risale alla seconda metà della seconda metà degli anni ’50 quando tre sindacati territoriali operanti nel triestino all’interno della scuola slovena si sono uniti in un’unica organizzazione. Ciò avvenne il  26/2/1956. Nel goriziano il sindacato fu fondato il 21/1/1957. Dopo più di un decennio di una fruttuosa collaborazione i due sindacati territoriali si unirono in un’unica organizzazione che ad oggi ha due segreterie, una per il goriziano e una per il triestino.

Il sindacato della scuola slovena dopo la stagione delle riforme degli organi scolastici nel 1974 riuscì sempre ad eleggere un suo rappresentante nell’organo consultivo nazionale dell’istruzione (il CNPI sino al 2013 e dal 2015 il CSPI).

Tra gli anni  1980-1995 ha potuto creare anche una articolata rete organizzativa grazie al supporto del personale distaccato su cui poteva contare sino al 1995, quando le riforme in materia di rappresentanza sindacale ne hanno fortemente limitato l’attività.

Dal 1995 il sindacato funziona esclusivamente a livello associativo e di volontariato. A nulla è valsa l’emanazione della legge di tutela della minoranza slovena che all’art. 22 prevede l’estensione alle organizzazioni della minoranza l’estensione dei diritti dei sindacati più rappresentativi. 

Ad oggi a distanza ormai di quasi 18 anni dalla norma l’esercizio delle prerogative sindacali rimane precluso e pertanto l’organizzazione può contare solo sulle rappresentanze nelle RSU che continuano ad essere maggioritarie all’interno della scuola slovena, sul suo eletto nel CSPI e sullo spassionato aiuto del personale in servizio nella scuola con lingua d’insegnamento slovena e bilingue del FVG e di molti che pur essendo in quiescenza continuano ad assumersi responsabilità per tutelare a livello sindacale l’istruzione in lingua slovena.